Gli otto angeli

Giovedì 6 dicembre- Sarei stato tentato di commentare le affermazioni di Bertinotti sul governo, oggi sul blog. Lo farò prossimamente perchè ieri sera, mentre ero in macchina e ascoltavo la radio, ho sentito la triste storia di quegli otto bambini tedeschi uccisi da due madri.

Non mi dilungherò molto sui particolari, se andate su qualunque sito di informazione troverete notizie più dettagliate.

Mi ha fatto riflettere la giovane età di queste madri che hanno compiuto un crimine così orrendo: 28 e 31 anni.

Persone giovani, ma già avvolte in un disagio veramente profondo e forse, come accade tante volte in altre storie simili che abbiamo purtroppo visto anche in Italia, sottovalutato e/o inavvertito anche da chi gli stava attorno e dai servizi sociali.

La rete familiare, che è anche una rete di protezione sociale e di prevenzione del disagio, anche qui non ha funzionato.

Purtroppo ora non si può fare più niente, di fronte a vite spezzate e rovinate per sempre. Mi sento piuttosto piccolo di fronte a tragedie così grandi e quindi non aggiungo altro.

Il mio pensiero oggi va col cuore a quegli otto bambini innocenti.

Un commento

  • fabio

    Non so che dire…. le tragedie familiari sono orrende, ma quando ci sono dei bambini di mezzo direi che ogni commento è superfluo…..

    Da fuori si rischia di dire un sacco di castronerie, per cui penso sia meglio tacere e riflettere seriamente sui tempi odierni…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *