Messaggi pericolosi

ahmetovic.jpg

Sabato 1 dicembre – Mi ha fatto riflettere l’annuncio che Marco Ahmetovic (nella foto qua sopra) sarà testimonial di una marca di orologi, jeans ed altri prodotti. Non faccio il nome del linea per non farne altra pubblicità.

Marco Ahmetovic ha una condanna per omicidio a sei anni e mezzo per avere ucciso, ubriaco, quattro giovani ragazzi e ragazze in provincia di Ascoli.

Credo che il limite sia stato davvero passato da parte di chi ha avuto questa idea così trash. C’è gente che per fare soldi è veramente pronta a passare su tutto e tutti, anche sul dolore di quelle famiglie che hanno subito un lutto così grande.

Il Ministro della Giustizia è intervenuto, qualche delegazione locale delle associazioni di commercianti afferma che non venderanno questi prodotti.

Il problema che mi pongo è questo. Doveva far riflettere già il fenomeno Corona: dopo il suo arresto e dopo le intercettazioni che abbiamo letto (che, al di là della rilevanza penale, sono molto “significative” per capire la sua persona ed i suoi “valori”) Corona si vantava del fatto che ogni “comparsata” nei locali notturni valeva 12.000 euro… Per non dire della marca di abbigliamento che ha lanciato e che possiamo vedere in molti negozi.

Ora addirittura si usa a testimonial di un marchio pubblicitario una persona condannata per omicidio.

“Messaggi pericolosi” perchè, in questo Paese, troppe volte fanno notizia e si esaltano persone che sono tutt’altro che esempi da pubblicizzare…

Le persone oneste e che vivono del proprio lavoro non fanno notizia, sembrano degli “invisibili” agli occhi dei media.

Voglio dirlo chiaramente: troppe volte passa il messaggio, implicito e subdolo, che chi vive onestamente, nel rispetto delle leggi, è quasi un “fesso”… Attenzione, perchè questa strada è veramente devastante. Dove porterà?

Marco

3 commenti

  • fabio

    1) Sbaglio o i proclami erano aboliti e i relativi post cancellati?

    2) Ormai tutto è diventato spettacolo e non si distingue più la finzione dalla realtà… tutto è diventato spettacolo, anche le disgrazie, e non c’è differenza tra “reality” e “vita reale”…. oltre a corona è significativo anche l’episodio del padre del bambino ucciso a Erba, anch’egli star dei locali notturni, così come chi si fa fare la foto sul luogo di un delitto, ecc. ecc. ecc…

    Se non si recuperano i valori fondamentali della dignità dell’uomo e della famiglia siamo destinati a un futuro non molto roseo (e sono ottimista a dire futuro, perchè dovrei già parlare di presente)

    Il problema è uno solo: Soldi, Soldi, Soldi, Soldi… per i soldi siamo disposti a tutto…..

  • Spero che lo stesso disprezzo popolare sia riservato ai dirigenti della Thyssenkrupp,anche li 4 morti innocenti,morti nell’assolvimento del proprio dovere…ma non vedo manifestazioni sotto casa dei padroni delle acciaierie,e anche il fatto delle indagini non ci si interroga più di tanto….nenache Veltroni o Fini hanno fatto le passeggiate nei luoghi della tragedia come dopo l’omicidio reggiani…senza parlere dei leghisti…….speriamo bene…
    OGNI GIORNO CI SONO $ MORTI SUL LAVORO,cioè ogni giorno c’è un Amatovic che nn scandalizza nessuno…

  • fabio

    Pienamente d’accordo….. si parla tanto di sicurezza, ma non c’è la volontà da parte delle aziende ad applicarla perchè costa…. basti pensare che il reparto dove in genere le aziende fanno più tagli sia di costi sia di personale è quello della manutenzione, primo mattone per la costruzione della sicurezza in un’azienda…. è scandaloso…. parola di rsu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *