Change, we can believe in

Martedì 8 gennaio- Oggi nessun mio commento ma un brano del discorso tenuto da Barack Obama dopo la vittoria in Iowa, in cui trovo spunti molto interessanti. Lo lascio alla mia e alla vostra riflessione…

“Per tanti mesi siamo stati canzonati, derisi persino, per aver parlato di speranza. Ma abbiamo sempre saputo che la speranza non è cieco ottimismo.
Non è ignorare l’enormità delle sfide davanti a noi o gli ostacoli che ci si pongono davanti lungo la strada. Non è mettersi da parte o ritrarsi da una lotta. La speranza è quella cosa dentro di noi che insiste, nonostante tutto sembri negarlo, sul fatto che c’è qualcosa di meglio che ci attende, se avremo il coraggio di tendere la mano e lavorare e lottare per esso.

La speranza, la speranza è ciò che mi ha portato qui oggi. Con un padre kenyota, una madre del Kansas e una storia che poteva succedere solo negli Stati Uniti d’America. La speranza è il letto roccioso della nostra nazione. La convinzione che il nostro destino non verrà scritto per noi, ma da noi, da tutti quegli uomini e donne che non si accontentano di adeguarsi al mondo così com’è, che hanno il coraggio di ricostruirlo come dovrebbe essere.”

Una spiegazione del senso più profondo e bello del perchè fare politica.

4 commenti

  • Fabio

    belle parole… peccato che non si riesca a capire in cosa stia esattamente sperando Obama e che intende per “riscostruirlo come dovrebbe essere”… come dovrebbe essere secondo lui il mondo?

  • iocimettoilcuore

    Eh, dovresti leggere il discorso ed il suo programma…
    Sicuramente anche in America c’è voglia di cambiamento.
    Vediamo un po’…

    Ti rispondo solo ora perchè solo adesso sono online. In questi giorni sto studiando tantissimo ed il web lo trascuro un po’.
    Prometto che dopo l’esame risponderò ai tuoi post….

    Grazie delle visite e della tua amicizia. Marco

  • fabio

    prego…..

    voglia di cambiamento penso che ci sia un pò dappertutto, anche se credo che in ogni paese del mondo qualsiasi candidato ad una qualsiasi carica che ancora non occupa parla di cambiare qualcosa, altrimenti che motivazioni ha?

    Il problema è sempre la concretezza, ossia cosa cambiare, come cambiarla e come mantenerla….

    I discorsi li porta via il vento e la speranza in un mondo migliore è giusta, legittima e necessaria….. ma qual’è il mondo migliore?

    Si governa con i fatti, non con la filosofia…..

  • fabioraffaelli

    Obama bin laden…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *