Trent’anni dopo…

Domenica 16 marzo – Quando è stato rapito Aldo Moro io non ero ancora nato.

Ne ho sentito parlare da chi era più grande di me, come un uomo ed un politico “fuori classe”, per onestà e per lungimiranza. Grandi virtù.

Ho visto tante ricostruzioni sulla sua orrenda fine. I terroristi hanno tolto all’Italia, in un periodo in cui già si intravedevano i guasti della “partitocrazia”, un uomo del dialogo e della moderazione.

Forse, chissà, con lui la storia del nostro Paese sarebbe andata diversamente…

Per tutte queste ragioni ho sempre ammirato Moro.

Ecco perchè voglio ricordare il sacrificio di Moro e degli uomini della scorta così orrendamente trucidati trenta anni fa:

Raffaele Iozzino, Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera, Francesco Zizzi.

2 commenti

  • fabio

    Io invece ero già nato (sob) e anche se ero un bambino mi ricordo ancora bene il servizio del tg che ne ha parlato e di cui ho rivisto oggi le immagini per l’ennesima volta….. soprattutto la vicenda della scorta….. non è facile da bambini vedere e capire certe cose ….

    Di Moro se ne è sempre parlato in tutte le salse e da ogni parte sono sempre emerse le grandi doti politiche e umane di questo grande personaggio della nostra politica e della nostra storia…

    Non so dire se con lui la storia italiana sarebbe stata diversa o meno…. onestamente non credo, perchè non è solo un uomo che fa la storia di un paese o almeno non la fa certo da solo…

    Devo dire però che se è accaduto quello che è accaduto e soprattutto se il nostro governo di allora non ha fatto quello che doveva per la sua liberazione, può significare che fosse un uomo scomodissimo per molti al potere……

    Non credo che la responsabilità sia solo del terrorismo di quegli anni o solo delle BR, forse c’è davvero molto di più e spero che prima o poi la vera verità, se eiste, venga a galla.

    Anch’io non ne so molto sulla sua attività politica però l’ho molto ammirato, specialmente dai toni con cui comunicava nelle sue lettere sapendo quello che gli sarebbe accaduto…

    E’ giusto ricordarlo e soprattutto direi ricordare la sua scorta, esempio di quegli uomini che quotidianamente rischiano la vita per tentare di difendere personalità importanti….. spesso ce ne dimentichiamo facilmente…..

  • Andrea

    Anche secondo me la storia d’Italia sarebbe stata diversa, Moro è stato un grande statista talmente moderno che l’Italia per arrivare al punto in cui ci stava portando ha dovuto aspettare 30 anni. Spero che il Pd con tutti i suoi difetti che secondo me ha ma che magari in un prossimo futuro verranno smussati, diventi quel punto di riferimento per i cittadini ed alimenti quella speranza e quella fiducia nel mezzo potentissimo che è la politica che gli italiani si meritano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *