Il valore della vita

Venerdì 16 maggio – Ieri sera leggevo il giornale. Mi sono imbattuto nella cronaca dell’orrendo assassinio di Lorena, una ragazza siciliana di 14 anni strangolata con un filo da televisione da tre ragazzi di 14, 16, 17 anni.

Il racconto del primo che ha confessato ha veramente dell’agghiacciante. Per la freddezza. Per la brutalità. Per l’omicidio deciso via sms.

Per come ha raccontato gli ultimi momenti di vita di quella povera ragazza.

La giustizia farà il suo corso. Spero che le pene siano severe come un fatto del genere, anche se commesso da minorenni, merita.

Intanto la domanda che continuo a farmi è quanto conta il valore della vita nel nostro tempo.

Poco, a vedere questi fatti e, ad esempio, l’uccisione di Nicola Tomasselli a Verona o quella di Meredith a Perugia.

Se ci fosse maggiore consapevolezza della dignità della vita, del rispetto che è dovuto ad ogni persona solo per il fatto che è tale,…

Pensare che una persona non è mai un mezzo, un oggetto, uno strumento, un giocattolo, un numero, una parentesi.

Pensare che la vita è il dono più grande, anche nei momenti più difficili. La nostra e quella degli altri. Un dono da difendere, da promuovere, non da sopprimere, da non violare mai, per propri egoismi, istinti,…

Mettere al centro la persona, questa è la vera rivoluzione.

Meredith, Nicola, Lorena,… Giovani vittime di altri giovani. Perchè?

3 commenti

  • Andrea

    Purtroppo è così, uno oggi giorno esce di casa per fare 4 passi con gli amici e non sà se tornerà.
    Si muore per le cose più inutili e banali, almeno una volta si rischiava la vita per la patria o per gli ideali.

  • fabioraffaelli

    Chi è ora che ci insegna quali sono i valori fondamentali della vita? La famiglia? La società? La squola (la q è di proposito)? La televisione? Il cinema? La politica? La Chiesa?

    Sì, ci sarebbe proprio e solo la Chiesa….. quando chi di dovere inizierà a pensare che forse forse………….???

    Peccato che tutti la vogliono fare stare zitta e fanno di tutto per non darLe spazio e diffamarla sempre più; ma allora non lamentiamoci se il mondo va come sta andando….. è perfettamente normale…..

    E il mio non è un discorso di fede, perchè i valori e la dignità umana non hanno fede o religione, non hanno popolo, non hanno colore o partito o associazione.

    E chi non crede ascolti bene ciò che la Chiesa propone come modelli di vita, si informi bene nelle strutture e media adeguati e si faccia una domanda: “Se tutti vivessero secondo questi modelli, il mondo sarebbe come è adesso? Esisterebbe il post a cui stiamo rispondendo?”

    Il problema è che anche chi crede, buonanotte sonatori…..

    bai bai

  • Andrea

    Solo la chiesa insegna i valori fondamentali ?
    Mah a me pare un assurdità, io conosco tante persone che sono atee o non cattoliche che non vanno a giro ad ammazzare persone e si comportano correttamente alla stessa maniera di chi crede.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *