Coraggio, concretezza, chiarezza. Ecco perchè siamo con Franceschini


Il 25 ottobre si svolgono le primarie del Pd, un momento di partecipazione in cui tutti i nostri elettori saranno chiamati a compiere una scelta fondamentale per il futuro del nostro partito.


Riteniamo un valore il fatto che il segretario nazionale e regionale siano scelti non solo dagli iscritti ma da tutti i nostri elettori. Questo è un tratto distintivo del Pd fin dalla sua fondazione, due anni fa, e che oggi non può essere rimesso in discussione. Ci auguriamo che in tanti si rechino, per questo, a votare alle primarie, in cui noi sosteniamo con convinzione Dario Franceschini e Agostino Fragai.


Proveniamo da storie e culture assai diverse, così come i candidati segretari che appoggiamo ed anche in questa semplice constatazione vediamo quanto forte e lungimirante è l’intuizione del Pd. Vogliamo un partito che unisca e faccia sintesi di tutte le culture democratiche del nostro Paese, vogliamo un partito unito non da identità fondate sul passato, ma dall’idea di futuro.

Vogliamo un Pd che valorizzi il grande patrimonio di impegno e di passione degli iscritti e dei militanti e che, allo stesso tempo, renda protagonisti delle scelte più importanti i nostri elettori, perché siamo consapevoli che nel mondo moderno ci sono nuove e diverse forme di impegno sociale e politico, e il successo di partecipazione di tutte le elezioni primarie dimostra proprio questo. I nostri iscritti ed i nostri elettori sono la vera forza di questo partito.

Né noi né i nostri elettori vogliamo alleanze “sterminate”, che mettono insieme tutto pur di vincere, ma che poi sono incapaci di trovare una sintesi di governo, come la prematura conclusione del Governo Prodi insegna. Quella stagione è conclusa, Franceschini e Fragai propongono alleanze chiare,vere e credibili.

Sosteniamo inoltre Franceschini e Fragai perchè hanno saputo in questi anni, l’uno da segretario, l’altro da amministratore regionale, dare il segno della concretezza e della chiarezza alla nostra proposta politica, con alcune idee concrete, come ad esempio l’assegno mensile per i lavoratori precari licenziati, idea lanciata da Franceschini a maggio e respinta dalla destra in Parlamento, e la legge sui giovani professionisti, un provvedimento fortemente voluto da Agostino Fragai in favore di tanti ragazzi e ragazze toscane.

Sosteniamo Franceschini perché ha assunto la guida del partito quando non erano certo in molti a volersi accollare questa responsabilità. Franceschini ci ha messo la faccia, ha avuto coraggio ed è riuscito a conseguire un risultato elettorale alle europee senza il quale non potremmo adesso discutere del futuro del Pd.

Coraggio, concretezza, chiarezza. Sono qualità importanti, nella vita quotidiana così come in politica. Franceschini ha dimostrato di averle, continuiamo a scommettere su di lui e sulla sua proposta di innovazione e di cambiamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *