Collodi, non si può difendere ciò che non esiste

Il consigliere Menicucci ha risposto al mio intervento su Collodi di qualche settimana fa… Ecco la mia successiva controreplica.

Ho letto con piacere la risposta del consigliere Menicucci ai miei quesiti.
Constato che  né il Sindaco, né un assessore si sono sentiti in dovere di affrontare il tema Collodi, a riprova della loro scarsa considerazione, ma almeno lo fa un consigliere.
Menicucci rimanda al futuro problemi, come il Cimitero, che, secondo le promesse elettorali della destra e quello che aveva detto in consiglio il Sindaco a luglio 2009, avrebbero dovuto essere risolti in pochi mesi.
Comunque i 40 loculi previsti per il cimitero di Collodi sono solo un’inezia rispetto alle reali necessità del paese!
Significativo che si rammentino i lavori sulla strada bianca “Collodi –Croce a veglia”. Purtroppo anche questa volta si ricade nella solita storia. Anche qui il lavoro è stato fatto grazie ai fondi della Regione e della Comunità Montana ; il Comune si è accollato le spese tecniche.
Anche per le barriere a protezione dei pedoni non si sa ancora niente. Per la ex scuola elementare, fa piacere che dopo un anno e mezzo dalla mia interrogazione qualche cosa finalmente si muova, mentre sull’eventuale parco a verde nel cortile nessuno si pronuncia.
Per il resto, come sempre, la parola d’ordine è: si vedrà.
Peccato per loro che ormai non creda ormai più nessuno alle promesse elettorali della destra. I fatti  concreti e significativi sono (quasi) zero.
Se gli argomenti sono questi, ognuno capisce quale è la vera realtà di questa amministrazione, che non convince nessuno, tanto è che dopo un anno e mezzo dal voto ha già importanti problemi interni.
Non ho parlato dei grandi investimenti su Collodi perché già le piccole cose bastano a capire, caro consigliere Menicucci, che non si può difendere ciò che non esiste.

Marco Niccolai
Presidente Commissione Controllo e Verifica del Programma
consigliere comunale gruppo Pd Pescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *