Vigili del Fuoco, a rischio il servizio presso il distaccamento di Pescia

Ho presentato una interrogazione al Sindaco Marchi rispetto alla situazione che si è venuta a creare recentemente presso il Distaccamento di Pescia dei Vigili del Fuoco dove, a seguito di alcune disposizioni interne, è a rischio il mantenimento del servizio in alcune ipotesi.

Questo sarebbe un danno per l’intera Valdinievole ed è quindi opportuno che le Istituzioni si facciano sentire verso il Comando Provinciale di Pistoia.

Al Sindaco del Comune di Pescia

Oggetto: Interrogazione sulla situazione della sede distaccata dei Vigili del Fuoco di Pescia

IL SOTTOSCRITTO CONSIGLIERE COMUNALE

Premesso che



nelle scorse settimane le organizzazioni sindacali di categoria, in particolare la Fns Cisl provinciale, hanno lanciato l’allarme per  la sospensione del servizio di soccorso svolto dai Vigili del Fuoco della  Sede Distaccata di Pescia;

tale decisione deriverebbe da un ordine di servizio del Comando provinciale che prevede che, qualora mancasse una delle cinque squadre   (composte ciascuna da 5 operatori) necessarie per garantire l’operatività  delle quattro Caserme di Pistoia, Pescia, Montecatini, San Marcello P.se ,  le quattro restanti debbano essere distribuite su tutte le Sedi eccetto  Pescia, comportando così la temporanea sospensione del servizio presso tale  sede;

in questa situazione quindi in Valdinievole il Soccorso tecnico urgente sarebbe garantito solo da una squadra presso il Distaccamento di  Montecatini, con evidenti problemi per la qualità del servizio, se si  considera che la legge prevede che i mezzi raggiungano il luogo dell’evento  entro 20 minuti da quando esso accade;

che lo scenario di cui sopra non è per niente eccezionale, considerato che i Vigili del Fuoco sono sotto organico in alcuni casi del 40 per  cento come dimostra la pianta Organica di riferimento predisposta dal Ministero dell’Interno, Dipartimento dei Vigili del Fuoco del  Soccorso Pubblico e della Difesa Civile;

ritenuto che

la situazione di cui sopra presenta un potenziale danno all’efficienza del servizio per tutta la Valdinievole, ed in particolare   una maggiore esposizione al rischio soprattutto per la zona ovest dove   prevalentemente opera il Distaccamento di Pescia, perché in questo modo un’unica squadra dovrebbe assicurare il servizio su un territorio molto vasto e urbanizzato;

la Sede dei Vigili del Fuoco di Pescia, alcuni anni fa a rischio chiusura, fu mantenuta  grazie all’impegno del Comune e della Provincia, che nel 2003 vi spese 200.000 Euro;

la previsione di una possibile sospensione del servizio, seppur temporanea, rischia di mettere in discussione il senso di una presenza   importante ed insostituibile per la sicurezza dei cittadini;

questa situazione si crea anche a seguito dei continui tagli operati dal Governo Berlusconi al comparto della sicurezza, decisioni  politiche di cui adesso vediamo tutte le ricadute concrete in senso negativo;

interroga per sapere

– se la Sua Amministrazione è a conoscenza di questa situazione;
– se ha ritenuto di coinvolgere la Provincia e gli altri Comuni della  Valdinievole per far presente al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco l’esigenza della  revisione dell’ordine di servizio, affinché sia sempre assicurata la  presenza a Pescia di una squadra di soccorso a vantaggio della sicurezza  della popolazione pesciatina e valdinievolina.

Si chiede la presente interrogazione venga iscritta all’odg del prossimo Consiglio Comunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *