AnsaldoBreda, il territorio ci crede. All’azienda chiediamo la stessa determinazione e coraggio

Ci auguriamo che la visita del nuovo a.d. Finmeccanica Orsi significhi una vera presa in carico, da parte della holding, del futuro dello stabilimento pistoiese di Ansaldo Breda.
Una presa in carico che si declini in chiarezza ed in scelte coerenti tra gli accordi e le dichiarazioni e le decisioni aziendali.
Lo stabilimento pistoiese è veramente strategico per AnsaldoBreda e per Finmeccanica? A questo domanda servono risposte non più solo con le parole ma con i fatti.
Ci auguriamo pertanto che nella visita dell’a.d. Orsi sia stato chiarito se, rispetto alla produzione della commessa Altavelocità di Trenitalia, è effettivamente Pistoia il cuore di questa grande scommessa per l’azienda, concentrando qua la produzione e non disperdendola tra i vari stabilmenti del gruppo. Il nostro stabilimento non deve essere destinato ad essere solo un sito di mero assemblaggio ma occorre svilupparvi anche ricerca e innovazione, come è stato nel passato.
Anche rispetto alla produzione dei treni regionali, ci auguriamo che siano chiari quali sbocchi nel mercato nazionale ha attualmente il modello prodotto da Breda.

Attorno a AnsaldoBreda  si è sviluppato a Pistoia un importante indotto e occorrerebbe chiarire quale rapporto si vuole avere con esso. Visto l’importante know how sviluppato da queste imprese, le scelte di AnsaldoBreda al riguardo dovranno essere sempre all’insegna della trasparenza.


I principali temi sul tappeto sono questi e ci auguriamo che siano stati affrontati nella visita dell’A.d. Orsi, affinchè possano poi seguirne scelte aziendali coerenti.
In caso contrario, proprio per diradare le preoccupazioni dei lavoratori e del territorio, servirà una forte azione istituzionale ad ogni livello, a cui il Pd sta dando e continuerà a dare un forte apporto.

AnsaldoBreda è un patrimonio di tutta la nostra provincia, per questo l’attenzione delle Istituzioni locali è sempre stata massima, come dimostra, per ultimo, la creazione del distretto tecnologico ferroviario. Una scelta politica e amministrativa precisa, una scommessa che può vedere AnsaldoBreda protagonista. Il territorio e le sue Istituzioni credono in questo settore e nelle sue potenzialità, all’azienda chiediamo la stessa determinazione e lo stesso coraggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *