PESCIA. IL COMUNE VERSO IL BARATRO FINANZIARIO.NOI NON CI STIAMO

La situazione finanziaria del Comune è sempre piu preoccupante e, con il dissesto che purtroppo di sta avvicinando, si vuole aggravare ancora di piu la situazione riconoscendo quasi un milione di euro di ulteriori spese fuori bilancio in uno degli ultimi consigli comunali della legislatura. Le informazioni su questi debiti sono state per l’ennesima volta sommarie e, dopo la recente sentenza della Corte dei Conti, c’è da chiedersi quanto siano effettivamente sostenibili in rapporto alla situazione finanziaria del Comune.
Dopo aver esercitato finora una grande responsabilità, questa volta siamo costretti a dover prendere le distanze da questo modo di amministrare scegliendo di non partecipare al Consiglio Comunale di stasera. Il Consiglio Comunale di riunisce ormai ogni due mesi, quando dovrebbe riunirsi almeno mensilmente, a dimostrazione della situazione di immobilismo in cui versa l’attuale Amministrazione. Il Consiglio questa volta è stato convocato in via straordinaria e vorremmo capire l’urgenza, forse quella di non permettere un esame approfondito o una discussione più compiuta dei punti all’ordine del giorno ma di portarli velocemente all’approvazione?
Questo silenzio va squarciato e noi inizieremo a farlo, con questo gesto e con altre iniziative pubbliche.
I cittadini devono sapere che i consiglieri dell’opposizione non vogliono essere compartecipi di questo perdurante modo di intendere il Consiglio Comunale e l’amministrazione di questa città, che dura da troppo tempo e che ci ha portato sull’orlo di un baratro. La maggioranza, o quel che rimane di essa, si assuma la responsabilità fino in fondo di compiere questi atti che sono, come già avvenuto ad esempio rispetto ai vari bandi dei parcheggi, autentiche ipoteche sul futuro del nostro Comune.

I consiglieri comunali di Pescia

Maurizio Di Vita – Pd
Salvatore Leggio – Pescia Futura
Antonio Giuntoli – Pescia Futura
Marco Niccolai – Pd