Ospedale di Pescia: la Giunta risponde alla mia interrogazione, con buone notizie

La Giunta della Regione Toscana ha risposto all’interrogazione che avevo inviato alcune settimane fa, affrontando varie questioni sulle funzionalità e le
specialità dell’ospedale SS. Cosma e Damiano di Pescia. Notizie positive giungono dalla risposta, che conferma alcune delle prospettive che Niccolai avevo sottolineato nel testo: innanzitutto, la conferma dell’investimento di 550mila euro nel piano di investimenti 2016-2018 per la messa in sicurezza anti sismica della struttura.
Il secondo tema era quello del reparto di Oculistica, una delle migliori specialità del presidio: anche in questo caso giunge la conferma di una scommessa su questo settore. E’ stata infatti già effettuata l’assunzione a tempo indeterminato di uno specialista e, inoltre, – si afferma nella risposta – sono state attivate le procedure per la stipula d’incarico a tempo determinato e di un contratto libero-professionale nel settore: in attesa del concludersi delle procedure, ciò conferma la volontà di mantenere livelli alti nella qualità delle prestazioni.

Non solo Oculistica, arriva la conferma, messa nero su bianco nella risposta, che l’Anatomia Patologica pesciatina sarà, insieme alla sede di Empoli, il punto di riferimento aziendale di area vasta per tutte le diagnosi di specialità.

Le preoccupazioni che si erano diffuse al riguardo sono dunque superate dalle scelte dell’Asl, che riconoscono la professionalità e gli investimenti fatti sul presidio alcuni anni fa.
Riguardo invece all’ambito pediatrico, la Giunta fa sapere che su Pescia sarà individuata un’attività dedicata alla continuità assistenziale pediatrica, di livello provinciale. Un potenziamento arriverà anche per Osservazione Breve Intensiva, ancora in pediatria: una nuova collocazione con sala d’attesa dedicata e attività ambulatoriali. In ultimo, a Pescia sarà possibile trovare un percorso preferenziale per alcuni esami diagnostici in situazioni di urgenza con risposte rapide, presso il polo pediatrico. Erano queste, infatti, la richiesta dei pediatri di famiglia del territorio, di cui mi ero fatto portavoce.

Ottime notizie e molte conferme arrivano da questa risposta. L’ospedale della Valdinievole mantiene la propria funzione di punto di riferimento in settori importanti, che saranno anche potenziati. La messa in sicurezza della struttura, inoltre, permetterà al Cosma e Damiano di essere un presidio pronto a rispondere alle necessità del futuro, a conferma dell’importanza di questa struttura Voglio ringraziare l’assessore regionale Saccardi per la risposta puntuale e accurata ai miei quesiti. L’impegno sulle questioni della sanità ovviamente continua ma con qualche importante certezza in più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *