Pet Therapy: approvata la mozione in Consiglio Regionale

Ieri è stata approvata con voto unanime dal Consiglio regionale la mozione PD che impegna la Giunta toscana a implementare la diffusione della Pet Therapy all’interno del servizio sanitario e a valorizzare gli operatori e le figure professionali coinvolte.

Ho illustrato in aula la mozione come primo firmatario dell’atto, che è stato sottoscritto anche dal capogruppo Leonardo Marras e dai consiglieri Pd Gianni Anselmi, Ilaria Giovannetti, Stefano Scaramelli, Fiammetta Capirossi, Lucia De Robertis, Nicola Ciolini, Alessandra Nardini e Serena Spinelli.

L’utilizzo della pet-therapy sta riscontrano un attenzione crescente e sempre di più ne viene confermato il valore, sia a livello terapeutico, per disturbi fisici e psichici, sia educativo e riabilitativo. Per questo la Regione Toscana l’ha inserita nel Piano Sanitario già dal 2008, e a seguito di uno specifico accordo Stato-Regioni, che nel 2015 ha emanato le linee guida nazionali, ne sta ulteriormente implementando la diffusione. In tal senso, abbiamo chiesto l’impegno della Regione a proseguire con forza in questa direzione, e fare un ulteriore passo avanti in particolare rispetto alla definizione giuridica dei percorsi formativi necessari per gli operatori.
Le linee guida nazionali, infatti, lasciano alle Regioni la responsabilità di definire, per le figure professionali che operano nella pet-therapy, i percorsi formativi. Per questo, l’impegno della Regione Toscana dovrà adesso essere rivolto alla valorizzazione e al riconoscimento di queste figure, per qualificare sempre di più i percorsi terapeutici, di ricerca e formativi e per dare ulteriore possibilità di sviluppo a un’attività che sta crescendo e che può rappresentare anche un’opportunità di crescita formativa e professionale per giovani e non solo. Dobbiamo dunque dare adesso dignità giuridica alle professionalità inerenti alla pet therapy. I benefici in termini sanitari, sociali, educativi derivanti dalla pet therapy sono stati riconosciuti a livello nazionale, in questo quadro è ancora più agevole, da parte della nostra Regione, dare seguito a quanto previsto dalla linee guida nazionali rispetto agli aspetti sopra richiamati. Sottolineo con favore il fatto che la mozione sia stata approvata all’unanimità, ciò significa che vi è un riconoscimento da parte di tutti del valore della pet therapy e della necessità, da parte delle istituzioni, di dare ad essa un riconoscimento giuridico chiaro, che è un presupposto essenziale per ogni futura qualificazione e crescita di tale attività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *