Distretti rurali: approvata la legge, con i 5stelle contrari

Ieri abbiamo approvato la nuova legge regionale sui distretti rurali, nella provincia di Pistoia sono ben tre: vivaistico, floricolo interprovinciale con Lucca, forestale.
Entro un anno i distretti esistenti dovranno adeguarsi ai contenuti della nuova legge.
Proprio perché crediamo nei distretti rurali e vogliamo che siano efficaci la legge prevede che, in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi definiti nel piano di distretto o di inattività, sia possibile anche revocare il riconoscimento.
I distretti pistoiesi mi avevano segnalato da tempo il tema dell’assenza di risorse per portare avanti i progetti definiti all’interno del distretto.
Per questo ho presentato un emendamento in Commissione, che vedete qua in foto: la Giunta Regionale nell’ambito della propria programmazione indirizzerà le sue scelte a sostegno dei progetti espressione del lavoro dei distretti.
I Cinque Stelle si sono opposti a questo emendamento, dicendo si introduce “un pericoloso precedente che può consentire alla programmazione della Giunta Regionale di essere influenzata da progetti economici particolari proveniente dal territorio”. Insomma per i pentastellati la Giunta dovrebbe programmare in agricoltura prescindendo dal territorio e dalle istanze di distretti, come quelli pistoiesi, che sono riconosciuti dalla Regione proprio perché vedono al loro interno tutti i soggetti pubblici e privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *