Nuova viabilità a Collodi: la Regione finanzia la progettazione

Dopo anni e anni di vuoto, i fatti: la Regione Toscana finanzierà la progettazione della nuova viabilità a Collodi, in coordinamento con i Comuni. Il primo fondamentale passo concreto per raggiungere un obiettivo che aspettiamo da troppo tempo: un tema su cui avevo promesso di impegnarmi durante la campagna elettorale e che adesso comincia a vedere dei risultati.

Ne ho parlato in modo più approfondito in questo video su Facebook.

Di seguito invece un Comunicato Stampa relativo.

«Da questa mattina è ufficiale: nel Documento di economia e finanza regionale 2018, che contiene le priorità per il prossimo anno, la Regione mette nero su bianco che si farà carico di curare, sostenendo le relative spese a seguito dei necessari approfondimenti, la progettazione della “variante al centro abitato di Collodi in Comune di Pescia”, come testualmente riportato, ovviamente in stretto coordinamento con i Comuni interessati». Lo annuncia Marco Niccolai, consigliere regionale Pd.

«È uno dei pochi tracciati – spiega Niccolai – su cui la Regione prende questo impegno per il 2018, a dimostrazione dell’importanza dell’intervento che riguarda di fatto due province ed è fondamentale per lo sviluppo turistico, ma anche per quello del distretto cartario del Pescia di Collodi. La Regione si era impegnata in tal senso con il Governo nazionale e con i Comuni ed è stata coerente. Nella campagna elettorale per le elezioni regionali – ricorda il consigliere – avevo preso un impegno con i cittadini: avremmo tolto la questione dal “dimenticatoio” e saremmo passati dalle parole ai fatti. L’ultimo atto concreto che riguarda la viabilità a Collodi è uno studio di fattibilità della Provincia di Pistoia che risale al 2002».

«È un primo grande risultato – commenta Niccolai – dopo 15 anni si può archiviare la stagione delle chiacchiere che molto ha caratterizzato il passato e affrontare concretamente le possibili soluzioni al problema del traffico nel centro di Collodi, che poi dovranno essere condivise e confrontate con la popolazione. Del resto senza un progetto chiaro e condiviso non è possibile neanche richiedere fondi per la realizzazione dell’intervento. Non sarà un percorso né semplice né facile. Il primo decisivo passo, quello di inserire il tema tra le priorità progettuali della Regione, è fatto. Un obiettivo per cui ho lavorato per mesi e per il cui conseguimento ringrazio l’assessore regionale alle Infrastrutture Vincenzo Ceccarelli. Se non viene superato il tema del traffico del centro del paese non ci può essere un realistico e credibile sviluppo turistico. Non basta dirlo ma bisogna mettere in campo azioni. La Regione – conclude – fa un primo importante passo a supporto dei Comuni interessati da un problema irrisolto da anni e anni».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *