Solidarietà, turismo e sport: la Pistoia-Abetone non è solo una corsa

Domenica 30 giugno si terrà la 44edizione della Pistoia-Abetone, un trofeo ormai di rilevanza internazionale organizzato dalla Silvano-Fedi.
La Regione Toscana anche quest’anno supporta questa manifestazione con un contributo, oltre ovviamente al patrocinio, consapevole che non è solo una manifestazione sportiva ma è anche una grande occasione per promuovere il territorio visto il rilievo che ha questa corsa. La Pisotia-Abetone è anche una grande occasione di solidarietà perché l’esperienza del Quarto Traguardo è sicuramente un qualcosa di più che dà il senso di come questa corsa contenga tanti significati ed abbia un valore straordinario per il nostro territorio e per tutta la Toscana.
Con le sue 44 edizioni è diventata la manifestazione più longeva di tutta l’Europa. Nata dall’idea di Artidoro Berti nel 1968, che l’ha percorsa in solitario, è stata portata avanti nel tempo raggiungendo i livelli che abbiamo oggi.
Sono cinque i percorsi importanti: l’arrivo all’Abetone, l’arrivo a San Marcello Dynamo Camp, la passeggiata free walking da San Marcello all’Abetone, l’attraversata notturna da Porta Franca all’Abetone e appunto il Quarto Traguardo, l’aspetto sociale più importante dell’intera manifestazione, che parte dalle Regine e arriva all’Abetone dove vede insieme abili e non abili, in un connubio di solidarietà, turismo e sport.
Una bella occasione che si rinnova ogni anno per vivere il nostro territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *