159 anni dall’Unità d’Italia

Oggi festeggiamo i 159 anni dall’Unità d’Italia.
È complesso riuscire a descrivere il significato di questa data, e dell’identità nazionale, senza rischiare di trasbordare nella retorica priva di slancio, e nella banalità: siamo un Paese complesso, che in questi 159 anni ha attraversato fasi di grandi scontri, difficoltà e spaccature. Lo sappiamo tutti.
Ma credo che sia ancor più retorico—di quella retorica trita, tipica del cinismo senza sbocchi—non dare importanza a questa data, specialmente in questo momento.
Perché al netto di tutte i periodi bui, e degli scontri, è anche vero che l’Italia ne è sempre uscita. Conflitti mondiali, fascismo, terrorismo, crisi economiche, calamità naturali: noi italiani, alla fine, ce l’abbiamo sempre fatta. Come ce la faremo anche stavolta.
Non è tempo di inutili polemiche, non è tempo di dar sfogo a quella parte di noi che vuole evidenziare le mancanze, rimarcare le differenze. La responsabilità condivisa di questo momento, di questa emergenza, non lo consente.
È tempo invece di ricordarci della capacità degli italiani di sopperire alle difficoltà, con il mutuo senso del bene comune. Un valore che sembra spesso effimero e screditato nel nostro Paese, ma che si manifesta sempre nei momenti difficili e che sarebbe importante caratterizzasse tutta la nostra vita sociale.
È quello che dobbiamo tirare fuori adesso, è quello che ci serve in questo momento.
Buona festa dell’Unità d’Italia a tutti.

P.s. Questo è il tricolore che abbiamo appeso a casa mia a Collodi in questi giorni difficili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *