Emergenza Coronavirus a Pistoia. La rete dei nostri presidi sta funzionando. Occorre potenziare controlli su rispetto misure di contenimento.

Asl sta facendo appositi approfondimenti epidemiologici su Pistoia.

I dati ci dicono che il numero dei contagi registrati nel Comune di Pistoia è sensibilmente superiore rispetto ad altri Comuni capoluogo della nostra area vasta e non in linea rispetto agli altri Comuni della Provincia.

Già nella giornata di ieri ho chiesto all’Asl di fare un’analisi ancora più approfondita dal punto di vista epidemiologico sul territorio del Comune di Pistoia per cercare di capire gli elementi che hanno portato a questo dato, lavoro che ho contastato essere già in essere.

Questa mattina ho contattato il Sindaco di Pistoia, quale autorità sanitaria locale, per fare il punto della situazione e ovviamente sottolineare la necessità di un impegno ancora più forte dal punto di vista dei controlli sul rispetto delle misure di contenimento dettate dal Governo, a partire dall’attività della Polizia Municipale.

Ho fatto la medesima richiesta alla Prefettura.

Per quanto riguarda gli aspetti sanitari, in questi giorni sono stato in contatto costante con l’Asl. Mi pare che, soprattutto dagli ultimi giorni, le misure organizzative adottate stiano consentendo di sostenere in modo efficace lo sforzo della nostra rete ospedaliera pistoiese, trattando i pazienti Covid e garantendo gli interventi urgenti ed indifferibili.
Voglio esprimere ancora una volta l’apprezzamento per la professionalità e la generosità dei nostri operatori.

Ho parlato di rete perché, più che mai, l’emergenza Covid19 ci dimostra quanto l’ospedale di Pistoia, quello della Valdinievole ed il Pacini di San Marcello siano complementari e necessari per il buon funzionamento l’uno dell’altro. È una convinzione che nutro da anni e che ci ha portato a fare in questi ultimi anni scelte di politica sanitaria per il potenziamento e la messa in rete di tutti e tre i presidi, ognuno di essi con vocazioni diverse ed appunto per questo utili l’uno per l’altro.

Questi giorni stanno dimostrando con forza che questa scelta, che è stata da alcuni contrastata e criticata, è quella giusta. Senza questi tre presidi in rete, assieme alla qualità di coloro che ci lavorano, non staremmo reggendo come sta finora avvenendo di fronte all’emergenza Covid19.
L’appello che rinnovo è al rispetto integrale delle misure di contenimento previste: è il modo più concreto che ognuno di noi può fare per tutelare la salute degli altri e la propria e per sostenere l’impegno del nostro servizio sanitario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *