NOVE ALPI: UNA DECINA DI DIPENDENTI SENZA STIPENDIO

Vista l’emergenza che stiamo vivendo, l’azienda paghi subito gli stipendi.

Dallo scorso 17 febbraio una decina di dipendenti di Nove Alpi non ricevono lo stipendio. L’azienda infatti, come informano in un comunicato congiunto le OO.SS. FAI Cisl e FLAI Cgil di Pistoia, avrebbe deciso di pagare soltanto una parte dei lavoratori. Dopo mesi di incertezze, dietrofront repentini, e mancanza di chiarezza, l’ennesima promessa non mantenuta.

Continuo a seguire con attenzione la vertenza Nove Alpi e oggi le organizzazioni sindacali mi hanno informato che siamo di nuovo ai soliti comportamenti da parte dell’azienda che hanno caratterizzato gran parte di questi mesi.

Nei mesi scorsi l’azienda aveva creato una grande atmosfera di incertezza e disagio fra i suoi dipendenti, paventando tagli drastici nel personale. Dopo proteste e scioperi, sembrava che le parti avessero trovato finalmente un accordo, con l’azienda che aveva rinunciato a quella decisione incomprensibile. Ci auguravamo che la situazione aziendale ed i rapporti sindacali ritornassero alla normalità. Oggi, invece, veniamo a sapere che dal 17 febbraio alcuni dipendenti dell’azienda non ricevono lo stipendio: una situazione inaccettabile nella difficile emergenza sanitaria che stiamo vivendo. Come si può negare il sostentamento ai lavoratori in un momento come questo?

Come sono state effettuate le scelte nel decidere quali stipendi andavano pagati, e quali invece no? Perché non esistono lavoratori di serie A e lavoratori di serie B.
È un comportamento grave e inaccettabile, a maggior ragione in un momento come questo in cui tutte le famiglie sono in grave difficoltà a causa delle conseguenze economiche dell’emergenza Coronavirus.

Chiedo con forza che Nove Alpi, finalmente, si assuma le proprie responsabilità, la smetta con questo comportamento inaccettabile e paghi immediatamente tutti i dipendenti. Basta con questi comportamenti, a maggior ragione in questo momento così critico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *