Tag - #pianooperativo

Piano Operativo di Pescia: Sonora Bocciatura da parte della Regione!

La risposta dell’assessore Ceccarelli alla mia interrogazione sul Piano Operativo del Comune di Pescia mi ha permesso di conoscere il durissimo parere che gli uffici regionali hanno dato su questo strumento, a dimostrazione che le preoccupazioni di tanti cittadini e mie erano più che fondate. La Regione chiede infatti la revisione o addirittura che vengano stralciate del tutto le previsioni edilizie di molte aree per mancanza di infrastrutture, per rischi idraulici, fragilità del territorio o deturpamento del valore paesaggistico. Una sonora bocciatura del Piano Operativo, sia nella sua impostazione generale...

Piano Operativo di Pescia: cronaca di un disastro annunciato!

Leggo che l'assessore comunale Morelli risponde ad una interrogazione diretta alla Giunta Regionale. Non mi risulta che nel frattempo sia diventato assessore regionale, dunque Morelli conferma che avevano ragione i latini con il loro detto: "scusa non richiesta, accusa manifesta". Consiglio semmai di conservare le sue parole ed i suoi (vuoti) argomenti per rispondere a coloro che gliene chiederanno conto direttamente. Personalmente infatti, dopo la "figuraccia" che il Comune di Pescia ha fatto con la variante di Collodi un anno fa (fa sorridere rileggere le affermazioni del tempo dell'assessore Morelli...

Pescia, piano operativo comunale. Niccolai (PD) interroga la Giunta regionale: “Una grande colata di cemento su un territorio già provato”

“Il nuovo Piano Operativo del Comune di Pescia rischia di aggravare il sistema dei servizi cittadini generando ulteriore pressione urbanistica anziché pianificare un riordino sensato delle funzioni come invece sarebbe utile e auspicabile – commenta Marco Niccolai, consigliere regionale, illustrando l’interrogazione che ha presentato alla Giunta Regionale –. Pensare di superare le criticità di Pescia, su tutti i necessari interventi di adeguamento delle opere di difesa idraulica e di salvaguardia paesaggistica, ampliando al massimo possibile le superfici edificabili è quanto meno preoccupante. A questo si aggiunge la perplessità sui tempi...