Ancora problemi con gli orari degli uffici postali: è inaccettabile

Ancora problemi con gli orari degli uffici postali: è inaccettabile

Negli scorsi mesi di emergenza mi sono personalmente attivato più volte, scrivendo una lettera diretta a Poste Italiane e successivamente all’Autorita’ Garante per le Comunicazioni per sollecitare la riapertura degli uffici postali che erano stati improvvisamente chiusi in molti comuni del nostro territorio.
Situazione che negava ai cittadini più fragili delle piccole frazioni la possibilità di usufruire di un loro diritto, e creava assembramenti negli uffici rimasti aperti.
Dopo molte sollecitazioni, Poste Italiane si era impegnata per un graduale ripristino degli uffici e degli orari, cosa che che è avvenuta e che ho apprezzato. Sono però costretto ad intervenire di nuovo perché, ancora a metà giugno, vari cittadini e amministratori locali di tante zone del territorio mi segnalano che vari uffici postali non hanno ancora ripreso l’attività con regime di orario consueto.
Molti uffici, infatti, continuano il regime di apertura giornaliera ed orario in modo ridotto, e non è stata fornita alcuna tempistica per il ripristino del normale servizio. Il timore è quello di dover subire questa situazione fino a settembre, sopportando disagi e code che, passata l’emergenza sanitaria, non sono più sostenibili ne’ a questo punto più giustificabili.
La Regione Toscana ha voluto che, nella campagna di screening gratuiti per i test sierologici, fossero ricompresi i dipendenti di Poste Italiane: una scelta che riconosce appieno il valore del servizio postale come essenziale. Noi siamo convinti della sua essenzialità, ci auguriamo lo sia anche Poste!
Chiedo pubblicamente a Poste Italiane di ripristinare i giorni di apertura e gli orari precedenti all’emergenza sanitaria: stanno riprendendo l’attività ordinaria tantissime attività nel rispetto delle prescrizioni sanitarie, non si capisce come mai per tanti uffici postali siamo sempre invece in fase 2. Non vorremmo passare l’estate in questa situazione.

Condividi questo post