Turismo: la Regione recepisce l’appello degli stagionali esclusi dal sostegno al reddito

Turismo: la Regione recepisce l’appello degli stagionali esclusi dal sostegno al reddito

Qualche settimana fa avevo presentato un’interrogazione in Consiglio Regionale per discutere di un tema molto serio per il nostro turismo: l’esclusione, per molti dipendenti stagionali del mercato turistico, dal sostegno al reddito deciso nei vari decreti emanati dal Governo per la situazione Covid.
I dipendenti delle attività turistiche assunti a tempo determinato, con qualifica 1FD e non 1FS, si sono visti rigettare la domanda di bonus da parte dell’INPS.
Nella risposta all’interrogazione però è arrivata una prima buona notizia: l’Assessore Regionale al Lavoro Cristina Grieco ha preso un impegno. La Toscana porterà il problema nella Commissione della Conferenza delle Regioni, di cui la nostra Regione Toscana è coordinatrice, proponendo che in sede di conversione del DL 34/2020 “Rilancio” si intervenga modificando gli articoli introducendo una formulazione che consenta di ricomprendere nel beneficio anche gli altri lavoratori a tempo determinato che, pur impegnati in attività sostanzialmente analoghe a quelle dei lavoratori stagionali, sono ad oggi esclusi da tale provvidenza.
Una notizia molto positiva, quindi, che potrebbe risolvere i problemi di molti lavoratori stagionali che in questo momento si vedono negato un loro diritto.
Ringrazio l’assessore Grieco per aver accolto la mia richiesta di un intervento della Regione verso il Governo.
Con una stagione turistica così incerta dovremo continuare a monitorare la situazione delle aziende e dei loro lavoratori. Il fatto che la Regione ponga con forza la questione al Governo mi pare non solo necessario ma anche molto significativo.

Condividi questo post