Ok all’accordo per la variante di collodi. Entro la fine del 2020 pronto il progetto.

Ok all’accordo per la variante di collodi. Entro la fine del 2020 pronto il progetto.

Ieri la Giunta Regionale ha approvato l’accordo con la Provincia di Pistoia per la progettazione della viabilità alternativa al centro abitato di Collodi per togliere il traffico pesante dal paese.
I tempi sono chiari: la Provincia entro il 2020, come avevo annunciato in precedenza, dovrà aver concluso lo studio di fattibilità, così da presentare le possibili opzioni di variante agli enti interessati ed ai cittadini.
La progettazione preliminare di fattibilità tecnico-economica dovrà concludersi entro il 30 ottobre e verificata entro il 31 dicembre 2020.
Oltre ai tempi, un passaggio nell’accordo di programma è fondamentale: “la Provincia di Pistoia in qualità di ente proprietario della strada considera inadeguata la SP 12 “ delle Cartiere” a sopportare il traffico merci generato e/o attratto dalle cartiere e che risulta necessario progettare una viabilità alternativa”.
Una viabilità alternativa a quella attuale: una risposta netta e chiara alle strampalate idee del Comune di Pescia che voleva “rimodulare” la viabilità attuale, scaricandone tutto il peso su Via Pasquinelli. La strada indicata da Regione e Provincia è quella di una viabilità realmente “alternativa” all’attuale: un nuovo tracciato che sia esterno al paese, come è emerso negli studi della Provincia risalenti al 2002.
Era un impegno, quello di sbloccare la situazione ferma da quasi 20 anni, che avevo preso quando mi sono candidato cinque anni fa. Arrivato in fondo al mandato posso dire che l’abbiamo fatta: la Regione è stato l’unico ente che ha fatto seguire alle dichiarazioni risorse concrete e, adesso, indicazioni chiare su un percorso che finalmente è ripartito nonostante tutti gli ostacoli che vi ha frapposto il Comune di Pescia in questi anni, scatenando un conflitto frontale con i cittadini di Collodi e con tutti gli enti interessati che poteva bloccare tutto.
Così non è stato perché la nostra volontà è stata più forte. Ringrazio il Presidente Rossi e l’Assessore Ceccarelli per aver ascoltato le nostre sollecitazioni.
A fine 2020 i cittadini saranno messi in grado di valutare, grazie a valutazioni tecniche puntuali, le opzioni più utili per dare respiro ai cittadini di Collodi, rilanciare davvero il turismo e dare certezze al distretto cartario.

Condividi questo post