EDIFICAZIONE NELL’AREA VERDE DI VIA STELVIO

EDIFICAZIONE NELL’AREA VERDE DI VIA STELVIO

INTERROGAZIONE IN REGIONE PER CAPIRE SE CONFORME ALLE DISPOSIZIONI REGIONALI

Questa mattina ho presentato un’interrogazione alla Giunta Regionale, in merito al nuovo intervento di edificazione a Pistoia, nell’area adibita a verde tra Via Stelvio e Via Molina di Gora.

Partecipando al sit in promosso dai cittadini qualche settimana fa, ho constatato la loro amarezza per il fatto che l’Amministrazione Comunale di Pistoia ha autorizzato a costruire una nuova palazzina fino a 30 appartamenti in un’area già ad alta densità urbanistica.

Il terreno fra Via Stelvio e Via Molina di Gora era una delle poche aree verdi rimaste nella zona e questo ha spinto i cittadini e alcune associazioni locali a promuovere una petizione per spingere l’Amministrazione e rivedere questa scelta incomprensibile. Le poche aree verdi urbane della zona, infatti, andrebbero tutelate e non cementificate.
Evitare nuovo consumo di suolo privilegiando il recupero di aree già edificate è un elemento essenziale per il contrasto ai cambiamenti climatici, rispetto al quale non possiamo fare solo convegni ma scelte amministrative coerenti.

La Regione, attraverso il PIT, e la legge regionale n.65, afferma alcuni principi cardine per la Amministrazioni in Toscana: la tutela del paesaggio, lo stop al consumo di suolo per nuovo residenziale al di fuori dei centri abitati, la promozione della rigenerazione urbana, e la salvaguardia del territorio rurale.

Essendo un intervento all’interno del perimetro urbanizzato il Comune di Pistoia ha piena responsabilità al riguardo ma, con la mia interrogazione, voglio capire se i passaggi procedurali previsti dalla legge n.65/2014, per valutare la conformità dell’interventi ai provvedimenti regionali, siano stati o meno espletati e quali siano le valutazioni al riguardo.

Condividi questo post