SANITÀ: A PARTIRE DAL PRIMO SETTEMBRE ABOLITO IL TICKET AGGIUNTIVO

SANITÀ: A PARTIRE DAL PRIMO SETTEMBRE ABOLITO IL TICKET AGGIUNTIVO

In linea con quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2020, a partire dal 1 settembre sarà abolito il ticket aggiuntivo per fasce economiche, sia per i farmaci che per le prestazioni ambulatoriali.

🧑‍⚕️ Un intervento che in Toscana era già stato intrapreso in parte: la Regione Toscana era già intervenuta eliminando, a partire dal 1 aprile 2019, il contributo alla digitalizzazione previsto per le prestazioni di diagnostica per immagini, e dal 1 marzo 2020 la quota aggiuntiva per fasce economiche sugli esami di laboratorio analisi.

Questo cambiamento implica che per l’acquisto di farmaci, e per le prestazioni specialistiche ambulatoriali è abolito il ticket aggiuntivo articolato per fasce economiche. E sono coinvolte tutte le prestazioni garantite dal Servizio Sanitario Regionale: visite, prestazioni di diagnostica per immagini (RX, Ecografie, TC e RM), chirurgia ambulatoriale, prestazioni di riabilitazione.

Dal 1 settembre quindi, per ogni ricetta riferita a prestazioni specialistiche ambulatoriali, tutti i cittadini privi di esenzioni dovranno pagare la franchigia riferita al ticket ordinario. Ovvero un importo massimo pari a 38 euro.

Condividi questo post