RIENTRI DALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE, IN BASE ALL’AREA DI PROVENIENZA

RIENTRI DALL’ESTERO: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE, IN BASE ALL’AREA DI PROVENIENZA

Mi sono arrivate in questi giorni varie domande e richieste di chiarimenti riguardanti la regolamentazione sanitaria per il rientro dall’estero. Ecco una sintesi esaustiva dei percorsi da seguire, in base all’area di rientro: ✅ PAESI UE, E PAESI DELL’AREA SCHENGEN Coloro che rientrano da questi paesi possono contattare il numero verde regionale (800556060) per ottenere tutte le informazioni specifiche. Dopodiché verranno contattati per effettuare il tampone.Potranno poi consultare l’esito del test all’interno del Fascicolo Sanitario Elettronico, o potranno richiederlo al medico di famiglia. Se il tampone risultasse positivo, verranno avvertiti dall’Asl. ✅ CROAZIA, SPAGNA, MALTA, GRECIAColoro che rientrano da questi paesi devono tassativamente effettuare la registrazione sul sito dedicato: https://bit.ly/3bdtpB4Inoltre, una volta rientrati, dovranno rispettare l’isolamento fino all’effettuazione, e all’esito negativo, del tampone. Saranno contattati, dopo la registrazione, per effettuare il tampone. Potranno poi consultare l’esito del test all’interno del Fascicolo Sanitario Elettronico, o potranno richiederlo al medico di famiglia. Se il tampone risultasse positivo, verranno avvertiti dall’Asl. ✅ PAESI EXTRA UE, PAESI EXTRA SCHENGEN, BULGARIA, ROMANIA

Coloro che rientrano da questi paesi devono tassativamente effettuare la registrazione sul sito dedicato: https://bit.ly/3bdtpB4Una volta rientrati dovranno rispettare un isolamento di 14 giorni, durante i quali verranno contattati per il monitoraggio della situazione clinica. Alla fine dei 14 giorni di isolamento, verranno contattati per effettuare il tampone a domicilio.

Potranno poi consultare l’esito del test all’interno del Fascicolo Sanitario Elettronico, o potranno richiederlo al medico di famiglia. Se il tampone risultasse positivo, verranno avvertiti dall’Asl. In generale, per tutti coloro che rientrano in Italia dall’estero e che presentano sintomi riconducibili a contagio da Covid-19 (febbre e sintomi simil-influenzali quali tosse, mal di gola, respiro corto, dolore ai muscoli, disturbi gastrointestinali) il riferimento resta il Medico di Medicina Generale.

Condividi questo post