TAMPONI, ALCUNE INFORMAZIONI IMPORTANTI.

TAMPONI, ALCUNE INFORMAZIONI IMPORTANTI.

In questi giorni sono stato contattato da varie persone rispetto alle problematiche inerenti i tamponi. Premetto che ovviamente mi riferisco alle varie tipologie di test molecolari che, date le dimensioni della richiesta e la loro offerta, sono nella totale disponibilità dell’Asl, che li utilizza a seconda delle varie tipologie di utenza.

Ieri sera nella diretta ho dato alcune informazioni che cerco di ricapitolare qua:

  • l’Asl sta aumentando, sul nostro territorio provinciale, i punti di prelievo dei tamponi molecolari e di quelli domiciliari. I punti, organizzati con le associazioni di volontariato, sono in fase di attivazione in questi giorni. Questo avrà un impatto diretto sui tempi per l’effettuazione dei tamponi.
  • Ai punti prelievo si accede solo tramite prenotazione sul portale regionale https://prenotatampone.sanita.toscana.it, sulla base di una ricetta medica. Il portale reca le disponibilità del prelievo nelle successive 24 ore; da qui il problema che alcuni mi hanno segnalato che, in alcuni momenti, sul portale i punti disponibili fossero in altre province. Ovviamente il potenziamento del numero dei punti di prelievo consentirà che questa problematica venga superata e che ci sia la possibilità di effettuare il tampone nelle 24 ore successive senza spostarsi eccessivamente.
  • referti dei tamponi: i laboratori di analisi Asl stanno lavorando quasi tutti sulle 24 ore e quindi i referti vengono inseriti sul portale https://referticovid.sanita.toscana.it, nelle varie ore del giorno.
  • L’Asl ha installato, all’ospedale di Pistoia, nuovi macchinari che assicurano una ancora maggiore rapidità sui risultati.

Dobbiamo però essere consapevoli che ogni giorno il numero dei tamponi richiesti aumenta e che, seppur i laboratori lavorino a pieno regime e siano stati potenziati, ogni referto ha bisogno di una valutazione non frettolosa.

Vi invito a segnalarmi ulteriori problematiche, come avvenuto in questi giorni.

Permettetemi di ringraziare gli operatori sanitari con cui sono in contatto costante per il silenzioso e faticoso lavoro che stanno facendo in queste ore. Tutti noi possiamo rendere il loro lavoro meno difficile: come? Rispettando le regole per spezzare la catena dei contagi.

Condividi questo post