COVID-19: AL VIA IL BANDO PER CONTRIBUTI PER TIROCINI SOSPESI.

COVID-19: AL VIA IL BANDO PER CONTRIBUTI PER TIROCINI SOSPESI.

E’ aperto da stamattina il bando per la concessione di un contributo straordinario in favore di tirocinanti e praticanti costretti a sospendere il tirocinio in Toscana a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Il bando è rivolto ai tirocinanti e ai praticanti i cui tirocini sono o sono stati sospesi per effetto delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 e devono essere in possesso dei seguenti requisiti: – essere inattivo o disoccupato; -svolgere un tirocinio (non curriculare o per l’accesso alle professioni ordinistiche) in Toscana presso la sede del soggetto ospitante (professionista, soggetto privato o ente pubblico) che sia stato sospeso a causa dell’emergenza Covid-19; oppure aver svolto un tirocinio (non curriculare o per l’accesso alle professioni ordinistiche) in Toscana presso la sede del soggetto ospitante (professionista, soggetto privato o ente pubblico) che sia stato sospeso per più di 15 giorni a causa dell’emergenza Covid-19 e la cui data di termine sia ricompresa nel periodo di sospensione.

Novità introdotta è l’estensione del precedente intervento, rivolto a giovani con età compresa fra i 18 anni e i 29 anni, inattivi o disoccupati, che avevano svolto o stavano svolgendo un tirocinio in Toscana (non curriculare o per l’accesso alle professioni ordinistiche) sospeso a causa dell’emergenza Covid-19 per più di 15 giorni, ai tirocinanti e ai praticanti che hanno più di 29 anni.

Il contributo ammonta a 433,80 euro mensili ed è erogato per il periodo di sospensione, fino ad un massimo di 2 mesi. Il bando sarà attivo fino ad esaurimento fondi.

Per maggiori informazioni scrivere una mail a tirocini_fc@regione.toscana.it oppure contattare il numero verde 800098719 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 16.00.

Il bando può essere visionato e scaricato qui https://bit.ly/3bF0l7U

Tra le varie problematiche che sono emerse durante la crisi sanitaria, si è parlato troppo poco delle problematiche che hanno vissuto i tirocinanti. Mettere al centro i giovani non può essere solo uno slogan ma deve concretizzarsi con scelte chiare: questo secondo intervento della Regione per i tirocinanti va in questa direzione, non con le parole ma con i fatti. Vari giovani tirocinanti, nei mesi passati, mi avevano chiesto che la Regione non si dimenticasse della loro situazione. Anche componente della Commissione Sviluppo Economico e Lavoro del Consiglio Regionale ringrazio l’Assessora Alessandra Nardini per l’impegno mantenuto.

Condividi questo post