QUESTA MATTINA HO PRESENTATO L’INTERROGAZIONE PER I DISAGI DEI PENDOLARI DELLA LINEA FIRENZE-VIAREGGIO

QUESTA MATTINA HO PRESENTATO L’INTERROGAZIONE PER I DISAGI DEI PENDOLARI DELLA LINEA FIRENZE-VIAREGGIO

Come avevo già annunciato lo scorso 30 novembre, questa mattina ho presentato un’interrogazione per porre alcuni quesiti alla Giunta Regionale toscana.
In particolare ho chiesto:

  • quali siano gli indici di puntualità e affidabilità della linea ferroviaria per l’anno 2021, in riferimento all’anno precedente, nonché alle altre linee regionali della Toscana;
  • quali siano le motivazione dei disservizi riscontrati;
  • quali misure intendano mettere in atto Rfi e Trenitalia, all’interno della cabina di regia, al fine superare le problematiche emerse, tenendo conto anche della richiesta dei pendolari di valutare una maggiore tempestività nell’autorizzare la discesa passeggeri nelle stazioni intermedie rispetto alla corsa del treno, in caso di lunghe soste dovute a gravi situazioni di ritardo;
  • a che punto si trovino i lavori di raddoppio della tratta ferroviaria Pistoia-Montecatini, necessari per consentire importanti benefici ai pendolari di tutta la linea ferroviaria Firenze-Pistoia-Lucca-Viareggio.

L’aggravamento dei disagi per i pendolari, dovuti a ritardi e cancellazioni di treni, sulla tratta Firenze-Pistoia –Lucca-Viareggio negli ultimi mesi è sotto gli occhi di tutti e per questo ho deciso di presentare un’interrogazione con lo scopo di conoscere nel dettaglio la situazione e, soprattutto, per capire quali siano le soluzioni che si stanno adottando per risolvere le difficoltà.

Ho preso atto, positivamente, che la giunta regionale ha comunicato di recente di aver costituito una cabina di regia, assieme ad Rfi e Trenitalia, che si riunirà con cadenza regolare, almeno una volta al mese, al fine di effettuare un monitoraggio costante e focus mensili sulla qualità del servizio.
Credo sia opportuno continuare ad attivarsi nei confronti di Rfi e Trenitalia affinché venga garantito un servizio ferroviario affidabile e moderno in grado di soddisfare le esigenze di un’utenza costituita in gran parte da lavoratori e studenti, oltre a persone che scelgono una forma di mobilità meno impattante sotto il profilo ambientale.
Sono certo che l’assessore regionale ai trasporti Stefano Baccelli, oltre a condividere questo obiettivo, saprà fornire le risposte alle questioni che ho posto; risposte che poi avrò cura di diffondere attraverso i canali di informazione.

Il testo dell’interrogazione è visionabile e scaricabile qui https://www.marconiccolai.com/new/wp-content/uploads/2021/12/IS0635.pdf

Condividi questo post