Ex Papergroup Collodi: forte preoccupazione

Il quadro che è emerso ieri dalle riunioni che la Regione ha promosso per la vertenza ex Papergroup, oggi Tissuetech è preoccupante. La proprietà ha rappresentato la volontà di far fronte alla importante situazione debitoria (più di 60 mln di euro) con il taglio di alcune linee di produzione, con relativi esuberi. È del tutto ingiustificato che siano i lavoratori a pagare le scelte compiute dagli anni dal management, ancor di più se si pensa che si tratta di un settore che ha avuto in questi anni grandi performance di crescita. Una vicenda che pare, per questo, ancora di più incomprensibile dal punto di vista industriale.
La Regione e le istituzioni hanno chiesto all’azienda di riflettere sul progetto annunciato e di prevedere il mantenimento dei livelli occupazionali attraverso l’utilizzo degli ammortizzatori sociali in modo da traghettare l’azienda verso una nuova organizzazione e, comunque, di gestire eventuali esuberi in accordo con i sindacati. Mi auguro che la proprietà rifletta su questo forte invito. Continueremo a seguire la vertenza e a supportare i lavoratori, che rischiano di fare le spese di sbagliate scelte altrui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *